Amare seregno: il nosto programma elettorale.

Scarica il programma elettorale e scopri cosa abbiamo progettato per migliorare la nostra città.

CLICCA QUI

Dateci l'opportunità di mettere a disposizione i nostri valori, la nostra serietà, le nostre Idee Innovative, la nostra voglia di fare e le nostre competenze al servizio della Città e dei Cittadini.


PERCHE' NOI AMIAMO SEREGNO E METTIAMO IL CUORE PER LA NOSTRA CITTA'!
LAVORATORI, IMPRENDITORI, COMMERCIANTI, STUDENTI, PROFESSIONISTI, SPORTIVI, ARTISTI E CITTADINI CHE AMATE SEREGNO: mettete "Mi Piace" sulla nostra pagina e unitevi al nostro progetto!

Siate attivi e non passivi: col vostro voto potete essere più costruttivi!

Prendete parte all'inizio di qualcosa di veramente concreto e innovativo per Seregno!

PROGRAMMA:

LA “POLITICA .0”  PER SEREGNO CENTRO DIREZIONALE DELLA BRIANZA

Amare Seregno rinnova la propria compagine, il programma, la passione e l’impegno per la nostra città!
Abbiamo coniato il termine POLITICA .0 per indicare il messaggio che vogliamo dare a tutti quelli che vogliono sostenere il nostro programma:

Politica .0 significa segnare un nuovo inizio: la politica e tutto il suo sistema da questo momento la creiamo noi guardando ai veri problemi della città, senza chiacchere ma con i fatti.
“.0” è anche un termine che appartiene al moderno universo digitale che vuole altresì richiamare la necessaria innovazione che deve accompagnare questo nuovo percorso.
E’ un dato di fatto che Seregno col passare degli anni abbia perso il suo storico ruolo di “perla” della Brianza, di città aggregatrice e punto di riferimento per i paesi e le cittadine che la circondano.
Quindi quello che la nostra lista propone è:
 DI FAR TORNARE SEREGNO UNA CITTA’ CHE LAVORA E IN CUI SI VIVE BENE TRASFORMANDOLA IN “CENTRO DIREZIONALE DELLA BRIANZA” E NEL CONTEMPO UNA CITTA’ A “MISURA D’UOMO” ATTENTA AI BISOGNI DELLA GENTE!

PERCHE’? DI COSA DEVONO BENEFICIARE TUTTI I CITTADINI DI SEREGNO?

- Lavoro:

  • Insediamento di nuove unità produttive nelle aree dismesse, con creazione di nuovi posti di lavoro legati soprattutto al terziario avanzato (spazi e servizi legati alla cultura, al turismo, alle nuove tecnologie, alla formazione e alla ricerca).
  • Istituzione di una consulta del lavoro composta dalle istituzioni, dai lavoratori, dalle forze finanziarie, dagli imprenditori e dai sindacati, per la risoluzione reale dei problemi legati al lavoro.
  • Il Centro Direzionale darà tante nuove opportunità di lavoro alle giovani start up, a tutti i freelance, alle aziende e quindi anche a tanti dipendenti che non dovranno più uscire da Seregno per lavorare.

- Commercio:

  • Organizzazione di eventi per promuovere le realtà economiche seregnesi, non solo all’interno ma anche fuori dalla nostra città (permettiamo che a Seregno vengano i mercatini di Trento e il mercato di Forte dei Marmi, e noi non andiamo da nessuna parte?).
  • Seregno deve tornare ad essere il “CENTRO COMMERCIALE NATURALE” della Brianza!

Bisogna istituire un comitato che collabori con le proprietà degli spazi commerciali del Centro Storico per incentivare le aperture di nuovi negozi per far sì che la città torni a sfruttare la sua storica vocazione di città dedita al commercio, di cui Seregno è sempre stata punto di riferimento.

  • Riprogettazione del sistema viabilistico e dei parcheggi in tutta la città (un autosilos moderno fuori terra può avere un’architettura estetica che dia valore a una strada oltre che creare più posti auto in prossimità della ZTL).
  • Organizzare la ZTL in modo da riaprirla al transito in determinati orari giornalieri e in determinati tratti anche per alleggerire il traffico delle strade principali nelle ore di punta.
  • Ridare vita al Centro Storico e alle periferie nelle ore serali (in Centro almeno fino alla mezzanotte) garantendo comunque il quieto riposo dei residenti.
  • Riqualificare e migliorare i servizi del Mercato in Piazza Linate mediante la realizzazione di un mercato coperto che costituisca un punto di riferimento sia per il mercato che per altri eventi come una sorta di fiera.

- Servizi Pubblici:

  • Al primo posto GELSIA e AEB (l’Azienda) che devono rimanere di proprietà dei cittadini di Seregno. Questo non preclude acquisizioni per farla crescere sempre di più;
  • Apertura di un secondo ufficio postale in città;
  • Costruzione di una nuova caserma dei vigili del fuoco decentrata, più moderna ma che possa continuare a dare l’ottimo servizio che già ora fornisce.
  • Ultimare i cantieri in corso e dare a Seregno un aspetto di città pulita, ordinata e bene organizzata.
  • Il Centro Direzionale darà ai quartieri San Carlo e Sant’Ambrogio, isolati dal resto della città a causa della ferrovia, un altro centro città con nuove opportunità di attività commerciali e di servizio per i cittadini e per tutti quelli che verranno a lavorare nel nuovo polo produttivo che vogliamo proporre col progetto della città.
  • Wi-fi gratuito in tutta la città.
  • Introduzione di nuovi sistemi tecnologici per migliorare i servizi ai cittadini.

- Giovani e Istruzione:

  • Coinvolgimento delle scuole superiori in attività di stage presso le attività produttive della nostra città.
  • Il progetto del Centro Direzionale prevede l’uso degli spazi dismessi anche per scuole di formazione specializzate e spazi di coworking low cost per agevolare l’avvio delle nuove imprese (le così dette start up).
  • Incentivare, quindi, collaborazioni tra privati, aziende e Amministrazione pubblica al fine di creare scuole di formazione riconosciute dal Ministero e dalla U.E. per settori specifici e specializzati legati soprattutto all’innovazione tecnologica; questo potrebbe divenire un ottimo panorama alternativo per tutti quegli studenti che preferiscono un’istruzione più attuale rispetto alle scuole e alle università “classiche” per acquisire più brevemente competenze professionali così da approcciare più preparati e il prima possibile al mondo del lavoro.
  • Indirizzare i giovani che si aggregano nelle piazze e nelle strade verso le aree attrezzate per il tempo libero onde evitare il “bivacco” su strade e marciapiedi con la conseguente sporcizia.
  • Creare progetti per i giovani al fine di responsabilizzarli e sensibilizzarli maggiormente alla pulizia, al volontariato e alla legalità per la nostra città.

- Bambini, Anziani e Pensionati:

  • Trattativa con l’INPS per la ristrutturazione della ex Clinica Santa Maria, anche con l’aiuto dei privati, per realizzare:

- o una residenza assistita per anziani;
- o un reparto neonatale con pronto soccorso per far nascere nuovi bambini a Seregno;

  • Dare ai pensionati in salute e con “la voglia di fare” un ufficio per i lavori di pubblica utilità dove possono ritrovarsi e organizzarsi indipendentemente per contribuire al bene collettivo.

- Disabili:

  • Attenzione alla eliminazione delle barriere architettoniche e ampliare le iniziative di solidarietà.
  • Assistenza alle famiglie con disabili anche attraverso nuovi progetti legati all’innovazione tecnologica e telematica.

- Sport, Cultura ed Eventi:

  • Sistemazione di tutte le strutture sportive in degrado.
  • Creazione di un UFFICIO SPONSORIZZAZIONI per gli eventi e la manutenzione delle strutture gestite dalle piccole e grandi Associazioni sportive e culturali.
  • Rinnovo impiantistico delle strutture sportive seregnesi, con particolare attenzione al comparto Stadio Ferruccio.
  • Studio per il rilancio delle Giornate Sportive Seregnesi e conservazione della 100 KM.
  • Istituzione della PRO LOCO CITTA’ DI SEREGNO.
  • Utilizzo dell’attuale palazzina storica dei Vigili del Fuoco e degli spazi comunali nella Corte del Cotone quali sedi per le associazioni e per i loro eventi.
  • Continua collaborazione con i circoli culturali cittadini per la promozione e tutela del patrimonio storico e artistico della città, degli artisti e scrittori seregnesi.
  • Apertura serale della biblioteca civica e installazione della rete wi-fi nella biblioteca stessa.
  • Organizzazione costante di eventi in collaborazione con associazioni e promotori, nelle piazze, nei parchi e nelle strutture attrezzate per lo sport, la cultura e il tempo libero, sia di giorno che di sera, soprattutto cominciando dall’ EXPO 2015 e i suoi temi: NUTRIZIONE ed ENERGIA!

 - Ambiente:

  • Tutela e valorizzazione dei parchi e del PLIS Brianza Centrale mediante convenzione con una Università italiana per lo studio di reti ecologiche che connettano le diverse aree del Parco e il Parco stesso con le aree tutelate dei comuni vicini; censimento della biodiversità presente nel Parco.
  • Sviluppo delle potenzialità fruitive dei parchi: creazione di cartellonistica integrata per il riconoscimento di specie animali e vegetali e la diffusione di notizie storiche sulle vecchie case e cascine e le antiche tecniche agricole dei quartieri interessati (come il Meredo).
  • Istituzione di incentivi per la qualità della raccolta differenziata che assicuri un risparmio per i cittadini e che permetta la gestione ottimale dei rifiuti con i conseguenti vantaggi per l’ambiente.
  • Creazione di una centralina comunale per il monitoraggio dell’inquinamento ambientale.
  • Impegno del Comune a non inquinare utilizzando nelle sue strutture combustibili adatti, materiali riciclati, rinnovare il parco auto con veicoli elettrici, attuare il risparmio energetico.

- Centro Storico:

  • Valorizzazione del patrimonio storico esistente e tutela di antichi edifici e monumenti, con particolare attenzione alla manutenzione, alla ristrutturazione e ai restauri.
  • Promozione di iniziative culturali mirate alla diffusione della conoscenza del patrimonio esistente.
  • Organizzazione di eventi per dare maggiore visibilità alle corti e ai vicoli.
  • Riorganizzazione della viabilità e del sistema dei parcheggi.

- Periferie:

  • Attenzione alla manutenzione e gestione della “cosa pubblica” (strade, parchi, giardini, piste ciclabili) nelle periferia per elevarne il decoro urbano e la vivibilità.
  • Rivalutazione delle aree periferiche mediante l’offerta di servizi nuovi e migliori.

- Traffico e Viabilità:

  • Ricerca di integrazione armonica delle nuove direttrici di traffico (pedemontana e tramvia) e istituzione di uno strumento di rilevazione del traffico.
  • La stazione ferroviaria dovrà essere valorizzata quale cuore del Centro Direzionale.
  • Potenziamento dei trasporti pubblici locali (con linee di autobus ecologici e di dimensioni ridotte su direttrici ben pianificate).
  • Introdurre il bike sharing e che il progetto della città incentivi le piste ciclabili su tutto il territorio.
  • Riprogettazione della tratta della Metrotramvia con particolare attenzione a:

- passaggio da Via Milano e non da Via Platone;
- capolinea in corrispondenza del sottopasso e accesso alla Stazione;
- fermata importante con ampio parcheggio in zona Stadio Ferruccio ipotizzando il servizio
  gratuito nella tratta  Stadio - Stazione;

- Sicurezza

  • Controllare la microcriminalità e le infiltrazioni mafiose sul territorio cittadino.
  • Affermare il divieto di creazione di campi nomadi e controllarne la presenza in città, contrastando decisamente l’accattonaggio molesto nelle strade, nei locali pubblici e in Centro Storico.
  • Diffondere nelle scuole la cultura della legalità.
  • Potenziare l’organico e allungare le ore di servizio della Polizia Locale.

- Casa e Tecnologia:

  • Introduzione delle abitazioni a “Energia Quasi Zero” come previsto dalla U.E. con indici a    misura unifamiliare senza consumo del suolo urbano.
  • Dare la possibilità ai proprietari di terreni piccoli/medi di realizzare case unifamiliari per figli e parenti con le nuove tecnologie a impatto zero che, oltre ad avere costi di costruzione molto competitivi, nello stesso tempo darebbero alla rete energetica pubblica tutta l’energia in esubero che esse producono come forma di oneri di costruzione.
  • Abitazioni sociali attraverso l’uso incentivo volumetrico sull’esistente per anziani, giovani coppie e persone in difficoltà.
  • Incentivare l’uso delle nuove tecnologie legate alla sostenibilità sia per il privato che per il pubblico.

Il nostro Programma e la nostra Lista si pongono come obbiettivo quello di:
FAR TORNARE SEREGNO UNA CITTA’ CHE LAVORA E IN CUI SI VIVE BENE TRASFORMANDOLA IN “CENTRO DIREZIONALE DELLA BRIANZA” E NEL CONTEMPO UNA CITTA’ A “MISURA D’UOMO” ATTENTA AI BISOGNI DELLA GENTE!

IN CHE MODO?
Il programma della Politica .0 si articola in tre parole chiave, ciascuna delle quali rappresenta progressivamente una fase del percorso da seguire:

  • ORDINE
  • INNOVAZIONE
  • CONCRETEZZA

ORDINE
E’ necessario sistemare ed ordinare tutto quel che attualmente non funziona:
- migliorare la manutenzione ordinaria della città: strade, piazze, verde e strutture sportive;
- terminare i cantieri aperti;
- riprogettare la viabilità, con particolare attenzione al Centro Storico e al sistema dei parcheggi;
- rivitalizzare il Centro Storico e le periferie che fanno di Seregno una città dormitorio;
- attuare nuovi provvedimenti e servizi per la sicurezza;
- risolvere tutti i disservizi segnalati dai cittadini;
- ottimizzare il bilancio del patrimonio pubblico e i servizi ai cittadini.
- dare ascolto all’“altro”: per questa voce saranno gli stessi cittadini ad aiutarci ad individuare cos’altro non funziona da ordinare, perché la Politica .0  è trasparente ed aperta a tutti i cittadini che amano Seregno e che con il proprio contributo vogliono partecipare attivamente.

 

INNOVAZIONE
Come tante aziende e start up, nonostante la crisi, riescono a decollare grazie alle nuove innovazioni legate soprattutto alla tecnologia, così l’Amministrazione pubblica e il patrimonio dei cittadini potrebbero incrementare efficienza e introiti se si iniziassero ad usare alcuni sistemi innovati anche per la cosa pubblica.
Inoltre è necessario instaurare un tavolo di confronto concreto tra l’Amministrazione, i cittadini, i proprietari di aree e immobili, gli enti pubblici e privati per elaborare insieme IL PROGETTO DELLA CITTA’.
Al tavolo non può mancare la componente tecnica, e per questo bisogna coinvolgere uno strumento pubblico e super parte quale potrebbe essere il Politecnico di Milano (col quale Amare Seregno ha già avuto incontri e confronti in questi anni), le cui ricerche scientifiche oltre ad essere enormemente più economiche di una committenza ad un libero professionista, hanno la totale efficacia nel trovare le forme giuste per soddisfare concretamente obbiettivi ed opportunità, dando nello stesso tempo occasione ai giovani studenti di lavorare su temi concreti.
Perché il Centro Direzionale della Brianza? Cosa significa?
Dal 2016 prenderà il via il progetto della “Grande Milano” col quale il capoluogo lombardo consoliderà la volontà di amministrare il territorio come città policentrica.
Per Seregno questa è un’ottima opportunità!
Le infrastrutture esistenti e in progetto ci rendono il polo più strategico della Brianza, ancora più di Monza, grazie al Polo Stazione, alla servitù delle due Super Strade MI-LC e MI-Meda, ai flussi urbani delle vie principali che ci collegano agli altri Comuni e alle future Autostrada Pedemontana e Metrotramvia Seregno-Milano.
Seregno ha sempre avuto un ruolo cruciale nella storia come polo di riferimento per le attività commerciali, industriali ed artigianali della Brianza.
Ora Seregno si deve proporre come polo di riferimento della Brianza all’insegna dell’innovazione!
Dopo aver riordinato tutto il sistema città secondo le esigenze locali, bisogna incentivare l’uso degli spazi (pubblici e non) dismessi, sfitti, invenduti e precari per la formazione di poli di aggregazione legati al terziario avanzato e all’ innovazione tecnologica, che possano far convergere su Seregno un interesse cruciale a livello regionale.
Il terziario avanzato è da considerarsi come l’evoluzione dell’artigianato e dell’industria nel nuovo millennio.
E’ il settore non decotto della crisi attraverso il quale Seregno deve trovare la propria identità come polo produttivo lombardo.
Quindi è necessario un progetto che ridia vitalità alla città per i cittadini e che incentivi aziende, start up, imprese, incubatori ed imprenditori a trovare sede a Seregno mettendo loro a disposizione gli spazi e i servizi idonei e necessari a questo ecosistema, ovvero spazi per coworking, ricerca, formazione, eventi, logistica, meeting, manifestazioni, laboratori, ecc....
Inoltre le idee innovative di queste aziende si potrebbero mettere a disposizione per migliorare i servizi dell’Amministrazione pubblica per i cittadini.
Una città che lavora è una città viva! Dove tutti troverebbero un’opportunità di benessere: professionisti, commercianti, artigiani, fornitori di servizi, casalinghe, anziani, giovani, ecc...
Avviata nuovamente la macchina del lavoro e dell’economia, ogni cittadino potrà goderne i vantaggi.
E’ giunto il momento di elaborare il progetto della città in tutti i suoi livelli: viabilità, parcheggi, spazi collettivi, spazi privati, verde, servizi, aree dismesse...sono tutti ingredienti che abbiamo a disposizione come enorme opportunità da mettere insieme per rendere Seregno una città unica in Brianza e necessaria alla policentrica Milano!
Il nostro programma è il progetto della città che faremo insieme a tutti gli attori necessari.

 

CONCRETEZZA
Individuati gli obbiettivi nei primi due punti, bisogna pensare ai mezzi per realizzarli.
E’ necessario far riconoscere l’interesse e il valore del progetto del Centro Direzionale agli amministratori regionali, nazionali ed europei al fine di legittimare la volontà di portare a Seregno tutti i fondi e i finanziamenti necessari per concretizzare quanto detto sopra.
Nel sistema dei finanziamenti ai progetti nel campo dell’innovazione globale stanno decollando tanti strumenti innovativi al servizio delle imprese; bisogna prendere esempio ed imparare a sfruttare i medesimi strumenti per i  servizi ai cittadini e per l’Amministrazione pubblica.
E’ quindi necessario catturare l’attenzione di enti, istituzioni e fondi sovralocali per conguagliare quel che manca alle risorse cittadine per realizzare un progetto della città e il progetto del Centro Direzionale della Brianza è la freccia migliore al nostro arco!

IL CANDIDATO SINDACO

Amare Seregno sosterrà quella compagine amministrativa che garantirà:

  • Di portare all’attenzione dell’Amministrazione regionale, nazionale e europea il progetto della città, farne condividere  e legittimarne il valore per aiutare Seregno a trovare tutti gli attori e i fondi necessari a concretizzare gli obbiettivi prefissati di ORDINE e INNOVAZIONE.

Quindi solo col progetto alla mano ci si potrà rivolgere a tali soggetti.

  • La nostra presenza in prima linea nella stesura del progetto e durante la sua presentazione in occasione di tali confronti.

CONCLUDENDO
agli elettori diciamo:

Invitiamo tutti i cittadini che condividono il nostro programma a sostenerci e a votarci!
Abbiamo bisogno soprattutto di voi per la stesura del progetto della città!
Nella Politica .0  il “poco” è sempre meglio di “niente” e chiunque può fare qualcosa per Seregno!

Siate attivi e non passivi. Con il vostro voto potrete essere meno scontenti e più costruttivi!
...METTIAMO IL CUORE PER LA NOSTRA CITTA’!

PROGETTO SEREGNO CENTRO DIREZIONALE